Il sito dedicato all'Africa e popoli africani in Italia

MENU

VOLONTARIATO

Racconti

| pag 1 di 1 |

CAPO VERDE - Fabrizio M. di ritorno dall'Africa per una piccola esperienza di cooperazione internazionale in collaborazione tra l'università di Venezia e Municipalità di Praia ho voglia di condividere alcune riflessioni...>>>

MISSIONE UMANITARIA - Sono appena rientrato dalla missione che ho compiuto in Congo Kinshasa e Congo Brazzaville sono andato lì, in quei luoghi straordinari che amo tantissimo per esplorare e raccogliere storie e notizie sui bisogni e i disagi di questo meraviglioso popolo Africano che sopravvive con grande dignità alle disumane ingiustizie dell'Uomo...>>>

TUTTI DICONO AUARIÙ - Korogocho vista da vicino di Simone Sereni. Cammino a testa bassa su uno dei ?viali? polverosi che solcano Korogocho, la baraccopoli (lo slum) di Nairobi, divenuto un simbolo globale del degrado e della miseria degli uomini (soprattutto di quelli che ne permettono l’esistenza). Il paradigma di tutte le baraccopoli dell’Africa (di cui si parla quasi mai). E il luogo simbolo della predicazione e del grido missionario di padre Alex Zanotelli, che, volente o nolente, è divenuto un po’ un simbolo anche lui...>>>

RACCONTI VARI DI SILVANO GALLI -
- Uno dei maggiori problemi di Kolowaré è la "tratta" dei ragazzi e ragazze verso la Nigeria e i paesi vicini. Sto cercando di capire un po'. Ho intervistato parecchia gente....scarica il documento in word >>>

- Martedì scorso ho avuto la visita di un amico. Vi racconto la giornata. Un salutone. Accompagnamo questo paese che sta cercando qualcosa di nuovo con tanta fatica e sofferenza... scarica il documento in word >>>

- Ogni giorno, alle 4 del matitno, sono svegliato dal richiamo del Muzzin di Kolowaré. La preghiera musulmana inizia alle cinque, ma alle quattro, con l’altoparlante a tutto volume, sveglia la gente, altrimenti rimane addormentata e non potrà pregare. Così per cinque volte al giorno: alle 5, 13, 15, 18:30, 19, l’altoparlante invita alla moschea a pregare. La giornata a Kolowaré è costellata di preghiera... scarica il documento in word >>>

- Anche se ha piovuto di notte è sempre molto caldo e bisogna alzarsi a cambiare la maglia perché bagnata.Eucaristia come al solito alle 6. Prima della messa avverto Pascal di prepararmi il neccessario per andare a celebrare a Lora. Alle 7 passo a prendere Barthelemy alla scuola pubblica di Alibi e partiamo. Voglio vedere esattamente la distanza da Kolowaré: una quindicina di km, dieci fino all’incrocio, poi altri cinque su una pista interna. I giovani hanno pulito un po’ la strada, molto meglio della prima volta, ma devono continuare. Ci sono ancora tratti con erbe alte in mezzo alla strada e altri con dossi al centro troppo alti per la mia macchina. I camion passano senza problemi, ma non la mia macchina. Arriviamo verso le 7:30 nella piazza della scuola. La scuola è una costruzione in terra, bassa e buia, di una decina di metri di lunghezza e cinque di larghezza. All’interno alcuni tronchi d’albero servono da banchetti... scarica il documento in word >>>

- Ecco un tratto pasquale della nostra vita. Epilogo dell'incontro di Tchibodo: questa mattina - 12 aprile - alle 6:30, all'uscita della messa, vedo nel cortile della missione il capo villaggio di Tchibodo e il capo kabié, il cristiano diventato musulmano. Vengono a ringraziarmi dell'incontro di ieri invitandomi a non dimenticare la loro scuola. Farò di tutto per aiutarli... scarica il documento in word >>>

- Ogni mercoledì pomeriggio un gruppo di narratori viene alla missione a raccontare storie kotokoli. Questa mattina, venerdì 9 settembre, sono andato io da loro. Ecco la visita con il resoconto della seduta narrativa... scarica il documento in word >>>

| pag 1 di 1 |
AREA RISERVATA
User ID
Password
Registrati

HELP

Marchi/nomi nel sito sono di proprietà dei legittimi titolari. Copyright © inAfrica.it tutti i diritti sono riservati.