Il sito dedicato all'Africa e popoli africani in Italia

MENU

RACCONTI VARI

Paesaggio diverso

Oggetto: vivere in africa
Data: Sabato, 27 febbraio 2010 21:21
Da: cauchi@email.it
Risposta: cauchi@email.it
A: <racconti@inafrica.it>

A tutte quelle che pensano che l’Africa sia solo un “paesaggio diverso”.

Una volta leggevo qualche libro prima di dormire.
Adesso che li ho finiti, giro-vago un pò su Google....senza meta.
Trovo di tutto...idee, saggi, disperati alla ricerca del proprio io, drogati di sesso, nottambuli, idioti di ogni specie e ideologi arguti.
Escludo la pornografia, la trovo noiosa e deprimente.
Ed è così che mi sono imbattuto in un blog dove ho trovato una tuo appunto sull’Africa. Potevo non risponderti?
Da ragazzo sognavo anche io l’Africa. Nei poster appesi nelle pareti della mia stanza, la savana, il deserto, l’oceano...mentre nelle stanze dei miei amici imperava il poster della Juventus.....(dei bei tempi dell’avvocato!).
Decisi di andarmene dall’Italia dieci anni fà...ero stanco di tutto, di mia moglie che parlava in continuazione, ma mai ascoltarti. Della mia famiglia sempre assente, forse stanco anche di me stesso....di come vivevo. Ho deciso di andarmene...perchè sofferenete cercavo una via di uscita a tutto quello che si stava prospettando, e che oggi è routine la “crisi”. Il nostro paese, i nostri politici, quello che “normalmente” oggi sta accadendo sono solo il riflesso del grande vuoto dei nostri tempi....nonè la crisi economica così come viene decantata dai mass media....è la crisi di tutti i valori quello che accade.
La cosa più pericolosa da fare è rimanere immobili....consapevole che di certo l’Africa non placherà la repulsione per le ingiustizie del mondo...anzi proprio quà questo senso si amplifica, ma di sicuro il viaggio interiore che si intraprende attraverso la tangibilità della vera sofferenza, della vera umanità, e a volte la grande incapacità a reagire porta a comprendere il senso stesso del vivere.
Di certo il fatto rimane che - i fattori non mutano cambiando paesaggio....banale, ma è così.
Ed allora ho viaggiato tanto... e come molti viaggiatori ho visto più di quanto ricordi ed a volte ho l’impressione di ricordare più di quanto ho visto.
Ho vissuto in parte una grande avventura, a Beira in Mozambico, uno degli stati più poveri del mondo il periodo più bello della mia vita. Ma ho anche trovato la delusione di una risposta che conoscevo, che non vedevo perchè troppo interiore e nascosta.
Vivere in Africa (se escludi qualche posticino ad “uso turistico”) nonè semplice. Anzi.....è dura. Oltre che in Mozambico dove ho i piu’ bei ricordi della mia vita, ho vissuto in Angola, in Sud Africa, e in Malawi.
Le mie ore più felici sono quelle in cui non penso a nulla perduto in questo grande caldo...che mi soffoca, sospeso nel tempo, in cui non voglio nulla, in cui non sogno neppure, perso in un torpore di odori di terra rossa arsa dal sole e sudore, sulla superficie della vita.
E senza amarezza assaporo l'assurda consapevolezza di essere solo un granello di questo immenso deserto, ma a parte questo, parafrasando Pessoa, ho in me tutti i sogni del mondo....ho con me il sapore della vita e della cancellazione, che ogni istante mi accompagna, nella cruda bellezza di questo inviolato ed abbandonato paesaggio. l’Africa adesso è la mia casa e la più sorprendente avventura. Da tempo oramai che sono in cammino. Ho visto tanta disperazione, tanta bellezza, tanta corruzzione.....morte e vita abbracciarsi. Quello che vedrai...se un giorno veramente deciderai di abbandonare definitivamente le tue inutili comodità per trasferirti in questa realtà saranno cose che turberanno i tuoi sogni.
Qui si muore per poco, a volte per nulla. I diritti sono solo per pochi privileggiati, mentre la legalità la trovi a passeggio in via della corruzzione.
Ciò che affascina di più di questa gente, è la dignità nell’affrontare la miseria nella consapevolezza che nulla e niente la cambierà. Se sei ancora decisa a venire non lamentarti per il caldo o per il malfunzionamento del generatore. Maledirai le zanzare...pronte e meticolose, micidiali ed assassine, ti colpiranno non avrai scampo. La malaria è uno dei tanti deliri che constaterai di persona, ma tu potrai curarti....stai tranquilla!
Imprecherai per la mancanza di acqua corrente, l’energia elettrica? A volte! le telecomunicazioni...un giorno si...un giorno no....cancella internet explorer dal tuo Laptop.
Ricordati di fare un pò di vaccini indispensabili per entrare in alcuni paesi, febbre gialla, tifo, paratifo, paludismo..ecc.
Sei ancora certa di voler venire in Africa?
Per chiudere mi sembra appropriato citare Fernando Pessoa: «Solo nell'illusione della libertà la libertà esiste». E dopotutto ci sono tante consolazioni! C’è l’alto cielo azzurro, limpido e sereno, in cui fluttuano sempre nuvole imperfette.
E, alla fine, arrivano sempre i ricordi, con le loro nostalgie e la loro speranza, e un sorriso di magia alla finestra del mondo, quello che vorremmo, bussando alla porta di quello che siamo.

Ciao a presto! Spero di non averti “disorientata” dalle tue idee, ma era solo per dirti quanto l'ansia di cambiare rimanga al di qua di ciò che realmente vogliamo.
A parte tutto.....credo che ne valga la pena vivere questa avventura, credimi.

Un viaggiatore.

AREA RISERVATA
User ID
Password
Registrati

TOTEM

Marchi/nomi nel sito sono di proprietà dei legittimi titolari. Copyright © inAfrica.it tutti i diritti sono riservati.