Il sito dedicato all'Africa e popoli africani in Italia

MENU

ANGELO D.

La vita nelle missioni africane in immagini

 

Proiezione di diapositive scattate in Kenya da un fotoamatore piacentino.

AngeloUn numeroso pubblico ha assistito, nel salone Auditorium S.Eufemia, ad una proiezione di diapositive dedicate all'Africa realizzate dal fotoamatore Angelo D. La serata, intitolata "Mal d'Africa", ha offerto circa due ore di immagini proiettate con la tecnica della dissolvenza incrociata a sottofondo sonoro. Le diapositive mostrate al pubblico sono state realizzate nel corso di diversi viaggi in Kenya.

Il primo soggiorno, relativamente breve, ha spiegato l'autore, è stata un'esperienza ancora legata ai circuiti turistici, effettuata insieme ad un gruppo di amici; esperienza che comunque è servita da stimolo a penetrare più profondamente in una realtà enormemente più ampia, complessa e contradditoria come è quella africana. Da qui la scelta di effettuare altri soggiorni in Kenya con prolungate permanenze come volontario alle missioni di Ongata Rongai e Lenkisem. Tale esperienza ha permesso ad Angelo D. di prendere parte attiva ai momenti tipici della giornata, conoscendo a fondo e direttamente la vita nelle missioni e nei villaggi africani (come appunto quelli di Ongata Rongai e di Lenkisem) a stretto contatto con fiere tribù Maasai. Questi soggiorni in Kenya sono stati documentati con un ampio e dettagliato reportage fotografico, attraverso le suggestive immagini dei paesaggi naturali, dell'ambiente cittadino e della vita nei villaggi, delle località più frequentate dal fenomeno turistico, dell'esperienza dei safari, della vita delle missioni nella terra dei Maasai.

AngeloLa sequenza delle diapositive, realizzata con abile maestria, costituisce una sorta di graduale immersione nella realtà africana, passando dagli ambienti naturali, alla capitale Nairobi, ai villaggi, alla vita missionaria. Ne è emersa la contraddizione tra un'Africa ancora legata al soddisfacimento dei bisogni elementari, come accade nei villaggi Maasai, e il Kenya turistico di Malindi e dei safari. Il tutto completato da una serie di immagini nelle quali Angelo ha cercato di oggettivare il suo stato d'animo alla partenza e il "Mal d'Africa" dopo il ritorno a casa. L'autore è disponibile a mettere a disposizione gratuitamente queste immagini a chiunque fosse interessato alla loro proiezione: scuole, parrocchie, enti, movimenti, istituti, associazioni, circoli, club, associazioni culturali e privati.

Non sono un fotografo professionista. Ma la passione della fotografia seguiva di pari passo quel profondo desiderio di dare spazio alla ricerca del mio cuore tramite i miei occhi. Ma essi stessi, e le parole non bastavano a trasmettere poi le emozioni, gli stati d'animo, le sensazioni, i sentimenti che nel profondo volevano uscire. Dopo quella consapevolezza, solo la magica "vecchia" Minolta divenne "amica" inseparabile nei "voli" della mia vita. Da sempre amante della natura ed in particolar modo della montagna, i sogni dei miei viaggi di scoperta nel cercare nuovi paesaggi mi conducevano nei grandi e freddi paesi del nord d'Europa e del mondo. Mai e poi mai avrei pensato che il mio primo viaggio in aereo mi avrebbe portato invece all'equatore. In Africa. Un viaggio tipicamente turistico, trascinato da compagni d'avventure sulle coste vacanziere del Kenya. Era il 1991 e non potevo minimamente immaginare quanto profonda potesse essere quella malinconia che ci assalì nel volo di ritorno dopo soli 15 giorni di quell'esperienza. Solo allora mi resi conto cosa significasse realmente quella strana e soggettiva malattia dai mille aspetti che tutti definivano "Mal d'Africa".
"Ricordando un periodo passato sugli altipiani dell'Africa, si ha la sensazione sconcertante di essere vissuti nell'aria. Il cielo era di solito celeste pallido o violetto, solcato di nubi maestose senza peso, in continuo movimento erte come torri; ma aveva con sè un tale vigore d'azzurro da colorare anche i boschi e le colline accanto, di una tinta fresca e profonda".........(Karen Blixen)

AngeloNemmeno le parole di Karen Blixen riuscivano a decrivere la fedeltà di sensazioni radicate nell'anima, ed impresse sulle pellicole della mia "amica". Da allora questa "malattia" mi riportò in Kenya svariate volte. La permanenza più lunga è durata circa sei mesi. L'ultimo viaggio risale a tre anni fà. Degli oltre duemilacinquecento scatti, seicento diapositive rappresentano un'eloquente reportage di  sole immagini e colonna sonora, a simboleggiare un'esperienza insolita, unica ed indescrivibile del sottoscritto. In questo sito vedrete solo alcune foto che riguardano principalmente i Maasai; un popolo straordinario con il quale ho vissuto per la stragrande maggioranza dei miei soggiorni. Non è facile adattarsi ad un cambiamento così totale di scenario, abitudini, ambiente, persone. Eppure è quello il luogo favorito del mio cuore. Le nubi si muovono nel cielo, il vento attraversa i campi, lontano oltre la montagna deve essere la mia casa. 

Accedere al sito www.cuoredilupo.it per prendere contatti.

 
AREA RISERVATA
User ID
Password
Registrati

TOTEM

Marchi/nomi nel sito sono di proprietà dei legittimi titolari. Copyright © inAfrica.it tutti i diritti sono riservati.